Bonus Psicologo Milano 2022: come richiederlo

bonus psicologo: uno psicologo e un paziente sul lettino

Bonus Psicologo Milano 2022: come richiederlo

Cos’è il BONUS PSICOLOGO 2022, chiamato anche BONUS SALUTE MENTALE? Vediamo in questo articolo di cosa si tratta, a quanto ammonta, e quali sono i requisiti per richiederlo.

Cos’è il Bonus Psicologo 2022

La pandemia ha messo a dura prova la nostra pazienza ed il nostro benessere psicologico: i periodi trascorsi forzatamente in casa, l’isolamento sociale, il problemi lavorativi, la malattia e la paura della perdita di un familiare ci hanno fatto vivere per quasi due anni in uno stato di costante allerta e di preoccupazione. Ci siamo dovuti adattare a dei cambiamenti epocali, sia da un punto di vista sociale sia relazionale. Per questa ragione, il Governo (Ministero della Salute) ha previsto, per il 2022, di supportare la popolazione attraverso il bonus psicologo.

Il malessere psicologico causato dalla pandemia

Tra i disagi psicologici conseguenti alla pandemia, si è infatti riscontrato nella popolazione generale un aumento della sintomatologia depressiva, di stress e ansia e attacchi di panico, trasversalmente a tutte le fasce d’età: dai bambini agli anziani. E molti di essi (più del 25%, secondo le statistiche) non hanno le risorse economiche disponibili per rivolgersi ad uno psicoterapeuta o psicologo Milano nel privato: i percorsi di terapia o di supporto richiedono infatti appuntamenti costanti, per un periodo più o meno lungo, per ottenere i benefici sperati.

L’esigenza di avere cura della salute psicologica è diventato finalmente oggetto di attenzione da parte del governo italiano. Si prevede infatti che, nella Legge di Bilancio 2022 (la cosiddetta “finanziaria”) vengano stanziati fino a 50 milioni di Euro come contributo statale da investire in un percorso psicologico (il cosiddetto “bonus psicologo“).

La necessità di cure psicologiche – il Bonus Salute Mentale

L’iniziativa del bonus psicologo è motivata dall’incapacità dei 5mila psicologi operativi nel SSN di soddisfare la richiesta dei nuovi e vecchi pazienti: le liste di attesa sono molto lunghe, e chi riesce ad iniziare un percorso, spesso può usufruire solo di un numero limitato di sedute presso gli ambulatori, Centri Psico Sociali o presso i Centri di Salute Mentale della sanità pubblica.

Si prevede quindi che venga istituito un Bonus Salute Mentale che dovrebbe poter erogare degli aiuti economici per favorire l’inizio o la prosecuzione di un percorso psicologico o psicoterapeutico anche presso gli psicologi nel privato.

In cosa consiste il Bonus Psicologo

Il fondo per il Bonus Salute Mentale previsto è suddiviso in due categorie:

Bonus di avviamento:

Si tratta di 15 milioni di Euro che prevede l’erogazione di 150 Euro per ogni persona che voglia intraprendere per la prima volta un percorso con uno psicologo o psicoterapeuta.

Requisiti:

  • essere cittadini maggiorenni residenti in Italia;
  • non aver mai ricevuto una diagnosi di salute mentale;
  • non aver mai usufruito di altre agevolazioni simili;
  • non vi sono vincoli legati al reddito percepito.

Bonus Psicologo di sostegno:

Il Bonus psicologo di sostegno prevede lo stanziamento di 35 milioni di Euro. In questo caso, i requisiti sono però più stringenti, in quanto legati alla fascia di reddito.

Requisiti:

  • con ISEE inferiore a 15mila Euro, è possibile ottenere un bonus psicologo di 1600 Euro;
  • con ISEE tra 15mila e 50mila Euro, è possibile ottenere un bonus di 800 Euro;
  • con ISEE tra 50mila e 90mila Euro, è possibile ottenere un bonus di 400 Euro;
  • con ISEE superiore a 90mila Euro, non è previsto il bonus.

Non resta ora che attendere l’approvazione della Legge Finanziaria: il primo passo sarà il varo della Manovra, e successivamente il decreto attuativo del Ministero della Salute. Solo a questo punto, i cittadini che hanno i requisiti potranno chiedere il bonus psicologo.


Bonus Salute Mentale all’estero

In Germania, ad esempio, esiste una lista di psicoterapeuti (un numero predeterminato per ogni area geografica) che hanno ottenuto una licenza di convenzione e sono ufficialmente autorizzati a erogare prestazioni psicologiche rimborsabili. Il cittadino che si rivolge ad uno di questi professionisti, può chiedere il rimborso integrale delle spese sostenute alla propria “Krankenkasse” (casse mutue o di assicurazione sanitaria, pubbliche e private).

Nella speranza che anche in Italia si possa pensare ad un’iniziativa definitiva, ci auguriamo che il bonus psicologo venga attivato il prima possibile.


Nel frattempo, puoi leggere qui come si inizia un percorso psicologico e quanto dura una psicoterapia.


AGGIORNAMENTO IMPORTANTE BONUS PSICOLOGO del 26/12/2021

L’emendamento alla Legge di Bilancio 2022 per il BONUS PSICOLOGO non è stato approvato. Sono stati invece approvati il bonus mobili, TV e decoder, rubinetti e monopattini…

Ci auguriamo quindi vivamente futuri nuovi provvedimenti che riconoscano l’importanza della salute psicologica per la vita individuale di tutte le persone, e per il clima e lo sviluppo sociale. Non solo incentivi per la psicologia nel privato tramite finanziamenti occasionali come il Bonus Psicologo 2022,

  • ma anche all’interno del SSN (in Italia abbiamo un terzo in meno di organico rispetto agli altri Paesi europei)
  • e nelle scuole (il fondo per il 2022 è stato dimezzato dall’ultima finanziaria)

come interventi strutturali.

Diversi studi indicano infatti che per ogni Euro investito in salute mentale, se ne risparmiano 1 Euro e 50 (quindi 50 centesimi di concreto risparmio per lo Stato), secondo altri studi il risparmio è di 2 Euro per ogni Euro speso. Secondo altre indagini, il risparmio sarebbe del 400 per cento.

Investire nel benessere psicologico conviene, perché fa risparmiare. Se si interviene infatti per tempo, si previene l’aggravamento del disagio e che si trasformi in qualcosa di più grave a livello sia fisico sia psicologico, con un ulteriore appesantimento del sistema sanitario (leggi qui la posizione dell’OMS a riguardo).

Dai report condotti durante la pandemia, appare chiaro gli italiani riconoscono la necessità di un supporto psicologico per affrontare le conseguenze di questo periodo sulla salute mentale, e ritengono sia necessario investire nella psicologia (fonte Ordine Psicologi Lombardia).

bonus psicologo

Purtroppo, nei decreti 2020 e 2021, così come nel Recovery Plan, le parole “salute mentale” non sono affatto nominate, pur essendo sotto gli occhi di tutti il grande disagio e la sofferenza che ha generato la pandemia.

Secondo un’indagine dello scorso anno infatti, il 38 per cento degli italiani avverte un alto livello di stress, e il 46 per cento un livello medio.

La pandemia psicologica è stata ed è ancora oggi “un’emergenza nell’emergenza”.


A questo link è possibile firmare la petizione per il bonus salute mentale (Bonus Psicologo) su change.org.