Psicologa Milano Psicoterapeuta – Psicoanalisi e EMDR
Consulente di Coppia
Aiuto professionale per ansia, autostima, momenti di crisi, traumi

Psicologo online: come scegliere il percorso più adatto

psicologo online - una lampada su sfondo verde

PSICOLOGO ONLINE:

come scegliere il percorso più adatto

PSICOLOGO ONLINE

 

come scegliere il percorso più adatto

A partire dal periodo pandemico, la parola “psicologo online” è stata una delle più ricercate su Google, e le persone che si rivolgono ad un professionista psicologo da remoto sono in costante crescita. Insieme al lavoro in smart working, alle riunioni virtuali e ai meeting su piattaforme digitali, anche la psicoterapia online è diventata molto comune, e spesso richiesta proprio da chi si approccia per la prima volta ad un percorso psicologico.

Lo psicologo online funziona? La psicoterapia online è efficace? Quali elementi vanno valutati, da parte del paziente, per scegliere una psicologa online? Vediamo in questo articolo quali sono gli aspetti principali, i vantaggi e gli svantaggi, di questa “nuova” modalità di intraprendere un percorso psicologico.

Chi è lo PSICOLOGO ONLINE?

Lo psicologo online è un professionista iscritto all’Albo degli Psicologi – sezione A, che si occupa di prevenzione, diagnosi, riabilitazione e sostegno in ambito psicologico. Se ha una specializzazione in psicoterapia, è anche psicoterapeuta.

 

Può offrire consulenze, percorsi di supporto psicologico e di psicoterapia per un’ampia gamma di problematiche e di situazioni.

(Consulta qui l’elenco delle aree di intervento psicologico di cui mi occupo.)

 

Se il percorso si svolge online, il professionista offre ed eroga la sua prestazione professionale attraverso le moderne piattaforme per videochamata o per telemedicina. Gli psicologi online sono gli stessi professionisti che lavorano anche in presenza, ma lo fanno attraverso un differente canale di incontro o di comunicazione: quello telematico.

 

La psicologia online è approvata dal Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Psicologi, e naturalmente deve rispettare alcune caratteristiche, per essere efficace e sicura.

 

Il paziente opta di solito per la modalità da remoto per scelta o per necessità, avvalendosi di un professionista psicologo o psicoterapeuta per una consulenza rispetto alle proprie difficoltà o esigenze di crescita personale.

 

Come avviene anche per i percorsi in presenza, la prima fase del lavoro è conoscitiva e di raccolta di informazioni (la storia della persona, i motivi della richiesta e le condizioni di vita attuali, le aspettative).

Al termine di questa fase si concorderà insieme come proseguire, che obiettivi porsi e si concorderanno insieme anche gli aspetti pratici e tecnici per un percorso di psicologia online.

PSICOLOGO ONLINE – vantaggi

Scegliere uno psicologo online può offrire numerosi vantaggi. Naturalmente, deve essere effettuata, da parte del professionista, un’attenta valutazione iniziale rispetto all’adeguatezza del mezzo tecnologico per intraprendere un percorso di psicoterapia o di aiuto psicologico online.

  • attraverso la psicologia online è possibile mantenere la continuità anche quando la psicologa on line e il paziente non si trovano fisicamente nello stesso luogo (viaggi di lavoro, trasferte, trasferimenti momentanei, residenza in altra città o paese, maternità e malattie dei figli, assistenza ai familiari, ferie, etc.);
  • mantenere la continuità quando il rischio di contagio dovuto alla pandemia, per prudenza, richiede un distanziamento fisico; in questo modo sono tutelate la salute e la sicurezza di entrambi i partecipanti;
  • il paziente ha la possibilità di scegliere il professionista adatto o specializzato su un determinato argomento, anche se non si vive nello stesso luogo;
  • la modalità online consente di strutturare il lavoro in modo professionale e organizzato, come avviene per i percorsi in presenza;
  • moltissimi interventi psicologici si possono svolgere da remoto (inclusa la terapia EMDR), naturalmente se il professionista è preparato a lavorare con questi strumenti anche online;
  • un percorso online permette generalmente una maggiore flessibilità nel concordare la fascia oraria in cui fissare gli appuntamenti;
  • ottimizzazione delle tempistiche, dato che i tempi di spostamento sono azzerati;
  • è possibile richiedere – spesso in tempi più brevi – una prima consulenza rispetto al proprio disagio o alle proprie difficoltà;
  • grazie alla psicologia online è possibile vedersi in volto, nei periodi in cui è obbligatorio l’utilizzo della mascherina al chiuso;
  • le sedute con gli psicologi online sono interamente deducibili – al pari delle sedute in presenza – come spese sanitarie;
  • lo svolgimento delle sedute in modalità di telemedicina è approvata dall’Ordine Nazionale degli Psicologi e anche dagli Ordini Regionali, in quanto si è valutata positivamente la loro efficacia, attraverso varie ricerche nazionali e internazionali;
  • le piattaforme utilizzate dagli psicologi online sono gratuite e non richiedono costi aggiuntivi.

Sempre parlando di vantaggi, alcune volte può capitare che, in modalità dal vivo, il percorso non possa proprio iniziare:

  • per difficoltà di spostamento o di organizzazione familiare;
  • perché ci si trova in luoghi diversi;
  • perché ci sono aspetti di resistenza (sui quali naturalmente si lavorerà) che talvolta si possono vincere più facilmente, nella fase iniziale, da remoto;
  • talvolta, un primo incontro online può essere un modo efficace per “spezzare il ghiaccio” e poi proseguire in studio, avvicinando così la persona al percorso psicologico più adeguato per sé.

Passiamo ora agli svantaggi – o meglio agli aspetti da considerare prima di iniziare un percorso con uno psicologo online.

PSICOLOGIA ONLINE – cosa tenere presente prima di decidere:

  • alcune persone possono legittimamente sentire la mancanza di presenza fisica del terapeuta e del luogo fisico in cui ci si incontra (lo studio del terapeuta), assieme a quei rituali che fanno parte del proprio percorso di psicoterapia:
    • il viaggio di andata e di ritorno che spesso è occasione di riflessione, di preparazione e di sistemazione dei propri pensieri;
    • la percezione di essere nello stesso luogo fisico del proprio terapeuta può fare sentire la vicinanza in maniera più profonda e autentica;
    • la presenza fisica del terapeuta è percepita come rassicurante e più intima;
    • da remoto può essere più difficile instaurare un rapporto di fiducia con il professionista.
  • alcune persone che sono inserite nei ritmi frenetici della vita quotidiana, possono beneficiare molto dal dedicare del tempo a se stessi (l’ora di terapia più il viaggio per raggiungere lo studio), staccandosi così dal lavoro o dall’ambiente domestico. Tutto questo crea uno “spazio” di riflessione che alcune persone preferiscono, e che può essere parte integrante del lavoro di terapia;
  • la mancanza del corpo fa perdere alcuni elementi della comunicazione non verbale;
  • in caso di convivenza, può essere difficoltoso per il paziente ritagliarsi la privacy necessaria;
  • l’assenza di un contatto in presenza potrebbe rafforzare le tendenze all’isolamento di chi ne soffre e colludere con i meccanismi di evitamento nelle relazioni;
  • la preferenza per lo psicologo online potrebbe significare una resistenza ad entrare in contatto di maggiore vicinanza con il terapeuta, oppure essere segnale di un basso grado di investimento sul lavoro che si andrà a svolgere insieme;
  • la modalità da remoto non è indicata per chi soffre di disturbi psichiatrici, tossicodipendenza, gravi disturbi dell’umore, tendenze autolesionistiche, rischio suicidario, etc.

La modalità online non è quindi consigliabile per TUTTI i tipi di situazioni. È quindi importantissima la fase di valutazione iniziale del percorso, e della modalità di incontro più indicata.

Psicologo online: come sceglierlo

La psicologia online rappresenta un nuovo e innovativo orizzonte terapeutico, ma bisogna essere certi di capitare buone mani.

 

Al momento, le app e e i siti web che offrono supporto psicologico online sono centinaia, e può essere davvero difficile districarsi e fare la scelta giusta. Spero che questo articolo Ti possa aiutare a valutare quali sono le caratteristiche professionali che gli psicologi on line dovrebbero avere.

 

Nel caso in cui lo psicologo online venga scelto dal paziente direttamente, senza passaparola, è opportuno ricercare un sito web che sia lo specchio di un professionista affidabile e preparato, e che fornisca in maniera chiara e trasparente visibilità dei suoi titoli e delle sue esperienze.

Lo psicologo online è efficace tanto quanto un percorso in presenza?

La domanda è più che legittima.

Nel 2020 è stata condotta un’indagine da APC (Associazione di Scuole di Psicoterapia Cognitiva) sul grado di soddisfazione rispetto alla psicoterapia online in tempi di pandemia in Italia. L’82,5% del campione ha riconosciuto la validità della telepsicologia, e l’85,1% degli intervistati si è mostrato soddisfatto dell’interazione con il proprio terapeuta. La maggior parte dei soggetti (84,1%) ha preferito tornare alla modalità in presenza, quando le condizioni sanitarie lo hanno permesso.

 

Cosa significano questi risultati?

 

Che la valutazione rispetto alla propria preferenza è soggettiva, ma in linea generale, chi ha accettato la modalità dello psicologo on line, si è dichiarato soddisfatto.

L’efficacia di un percorso con una psicologa online

A mio avviso, e secondo la mia esperienza, lo psicologo online e lo psicologo in presenza non sono la stessa cosa. Trattandosi di un percorso di crescita e di cura che si svolge attraverso la relazione, la modalità in presenza rimane quella da preferire.

 

È anche vero, però, che ogni situazione va valutata di per sé. Non è possibile fornire una risposta universalmente valida, ma andrebbero valutati, caso per caso:

  • se ci sono le condizioni per un percorso svolto da remoto;
  • il grado di soddisfazione, di intimità e di utilità percepita di entrambi i soggetti coinvolti.

 

 

Ho svolto, come psicologa online, dei bellissimi e profondissimi percorsi anche da remoto. Se infatti paziente e terapeuta si trovano bene, e hanno la sensazione di poter lavorare bene online, non vi sono particolari controindicazioni. La psicologia online può essere considerata una valida alternativa (magari in maniera complementare) ai percorsi psicologici in presenza. Ovviamente con le accortezze illustrate in questo articolo.

 

Non è infatti tanto il canale utilizzato (web o in presenza) che garantisce o meno l’efficacia di un percorso, quanto altre variabili legate al terapeuta e al paziente, e alla qualità della loro relazione.

Come prepararsi ad un incontro di PSICOLOGIA ONLINE

  • assicurarsi che il proprio psicologo online abbia fornito il modulo relativo al consenso informato alla prestazione psicologica online, e al trattamento dei dati secondo le normative sulla privacy prescritte dal GDPR (è obbligatorio da parte del professionista!); tale documentazione va inviata via mail al professionista, compilata e firmata, PRIMA o all’inizio del primo appuntamento.
  • la prima volta, è consigliabile acquisire dimestichezza con la piattaforma, qualora non la si conosca già;
  • verificare il buon funzionamento della videocamera e del microfono;
  • assicurarsi di avere una buona connessione dati;
  • eliminare distrazioni come le notifiche del computer o del telefono;
  • assicurarsi di avere la privacy necessaria nel luogo da cui ci si collega;
  • non devono essere presenti terze persone nella stanza a tutela della riservatezza;
  • le sedute non possono essere video- o audioregistrate;
  • valutare, e comunicare al professionista, se si possono prevedere incontri periodici anche in studio;
  • dopo il primo o i primi colloqui: valutare, e comunicare al professionista, se ci si è sentiti a proprio agio e se si ha la sensazione di poter costruire una buona alleanza di lavoro;
  • il pagamento della prestazione avverrà tramite bonifico, POS a distanza o tramite Paypal in concomitanza dell’emissione di regolare fattura.

 

Naturalmente, le stesse accortezze devono essere rispettate anche dal professionista.

PSICOLOGA ONLINE Dott.ssa Chiara Venturi – come lavoro

Lavoro come psicologa online da molti anni.

 

In alcuni casi si tratta di percorsi “misti”: persone che avevano già in corso una psicoterapia e che per varie ragioni non possono più recarsi nel mio studio a Milano (trasferimenti, maternità, questioni sanitarie legate alla pandemia, etc.), oppure prediligono la modalità da remoto per ragioni organizzative.

 

In altri casi si tratta di persone che, spesso per motivi lavorativi, vivono all’estero. In questi casi ho iniziato dei percorsi di psicoterapia o di coaching direttamente da remoto. Al termine della consulenza iniziale sarà possibile decidere insieme se proseguire da remoto, o se è possibile incontrarsi in studio periodicamente per gli eventuali appuntamenti successivi.

 

Anche per la terapia di coppia è possibile optare per la modalità online.

 

Naturalmente, nella fase iniziale di conoscenza, viene effettuata un’attenta valutazione professionale rispetto all’adeguatezza di un percorso svolto da remoto. Il primo colloquio in particolare è finalizzato a comprendere i bisogni del paziente.

 

Nel mio lavoro come psicologa online, seguo le raccomandazioni del CNOP (Consiglio Nazionale Ordine Psicologi) sulle prestazioni psicologiche attraverso tecnologie di comunicazione a distanza. I principi deontologici dello psicologo si applicano infatti in maniera identica anche per le prestazioni di e-health e anzi: con qualche accortezza in più.

Durante tutto il percorso, paziente e professionista si confronteranno, con onestà e trasparenza, sull’efficacia dei consulti psicologici online. Lo psicologo online è infatti uno strumento che offre delle grandi opportunità, e che deve essere – per via delle sue caratteristiche – monitorato soprattutto rispetto ad aspetti che in presenza non ci sono: l’efficienza della piattaforma, la qualità della connessione, la privacy del paziente, etc.

 

Ci si confronterà sull’efficacia percepita, sull’opportunità di fare qualche seduta in presenza, e anche sulla qualità della relazione che si è stabilita tra paziente e terapeuta. 

PSICOLOGA ONLINE – quali piattaforme utilizzo

Quando lavoro come psicologa online, utilizzo le seguenti piattaforme. Quale scegliere lo valuteremo insieme.

 

  • skype
  • liviconnect (piattaforma per la telemedicina che non richiede l’installazione di una applicazione; invierò un link per la sala d’attesa virtuale, da aprire sul proprio device – all’orario stabilito avvierò l’appuntamento, e la seduta avrà inizio)
  • whatsapp
  • microsoft teams
  • zoom

 

Utilizzo solo hardware e software che garantiscono gli standard crittografici dei dati trasmessi, la sicurezza, il rispetto della privacy e della protezione dei dati in ottemperanza dei vincoli e delle linee guida vigenti, e del segreto professionale.

Come richiedere aiuto psicologico online?

Compila l’apposito form contatti per richiedere informazioni. Sarò felice di rispondere a tutte le Tue domande su come lavoro come psicologa on line.

A questo link puoi leggere un articolo di approfondimento sulla PSICOTERAPIA ONLINE.

ULTIMI POST

Leggi tutte le definizioni di Psicoterapia