donna in abito da sposa sorridente con pollice alzato

Tante cose da fare e un grande cambiamento da affrontare. Come affrontare i preparativi e superare l’ansia

di Angela Altomare con la consulenza della dott.ssa Chiara Venturi, psicologa e psicoterapeuta

La lista degli invitati da stilare, la cerimonia da organizzare, le bomboniere da scegliere così come gli addobbi in chiesa, il vestito da sposa, il trucco. E poi c’è la casa da arredare e tante altre cose alle quali pensare prima di arrivare al giorno del fatidico sì. Ma attenzione allo stress! Ad andare in crisi a volte quando ci si prepara ad affrontare il grande passo non sono solo le nostre tasche, ma anche il rapporto a due. Spesso il periodo che precede il matrimonio viene vissuto dai futuri sposi all’insegna dell’ansia e della tensione. Le ripercussioni sul rapporto di coppia naturalmente non mancano, così il sogno di “due cuori e una capanna” a volte rischia di trasformarsi in un vero e proprio incubo. “Lo stress dei preparativi– spiega la dottoressa Venturi- è legato alle aspettative rispetto al grande giorno, che gli sposi ricorderanno per sempre. Tutto deve essere perfetto! Va da sé che tali aspettative non possono che creare comprensibilmente stress e “ansia da prestazione”. Come tutti gli eventi che implicano un cambiamento, anche nel matrimonio è presente una quota di incertezza che ci rende insicuri e bisognosi di certezze. Inoltre, le aspettative rispetto al giorno del matrimonio possono essere altissime. Su quella giornata molte donne proiettano grandi sogni e desideri, spesso idealizzati, che naturalmente corrispondono a standard molto elevati e che talvolta possono intimorire, a cominciare dal proprio aspetto esteriore per finire con il benessere degli invitati”. Ma è possibile nei giorni che precedono la cerimonia tenere a bada la tensione? E in che modo non lasciarsi “corteggiare” dallo stress da matrimonio?

Come si manifesta
“In alcuni casi -spiega l’esperta- possono presentarsi ansia, sensazioni di panico, tachicardia, sudorazione, insonnia. Questo accade generalmente in persone già predisposte a questo tipo di sintomi. Per evitare lo stress da matrimonio è fondamentale calcolare le tempistiche in modo realistico, e, se possibile, delegare qualche incombenza. È importante che i compiti siano equamente distribuiti tra i due partner, in modo proporzionale al tempo che ciascuno dei due ha a disposizione”. Spesso, poi, durante il periodo che precede la cerimonia, lo stress accumulato può sfociare in nervosismi e incomprensioni. Ciò dipende molto dall’equilibrio della coppia. Ci sono coppie in cui c’è equilibrio nella presa di decisioni, altre in cui vi è una disparità, come ad esempio le coppia in cui è la donna a “portare i pantaloni”. È vero però che nell’immaginario collettivo, è la donna che fantastica in misura maggiore su questo evento e che può essere più facilmente soggetta a tensioni e stress, proprio a causa delle elevate aspettative di cui il giorno del matrimonio viene investito. Gli uomini sanno spesso essere più pragmatici e concreti, qualità che in situazioni come queste possono aiutare molto. Le discussioni rischiano naturalmente di minare la serenità e la gioia di due persone che stanno per legarsi in modo così profondo”.

 I consigli per entrambi

  • Tenete a bada lo stress soprattutto attraverso le decisioni condivise
  • Organizzate insieme un piano di lavoro: portare un carico in due lo alleggerisce
  • Parlate con il partner dei vostri sentimenti e delle vostre eventuali paure o tensioni: questo vi farà sentire compresi e meno soli nei momenti di difficoltà, qualora ci fossero
  • Sforzatevi a condurre, nelle settimane e nei mesi precedenti il matrimonio, una vita regolare, non stravolgere le proprie abitudini
  • Cercate di trovare dei momenti, sia nella coppia, sia a livello individuale, in cui sia possibile svagarsi e distogliere la mente dallo stress dei preparativi. Utilizzate ad esempio le uscite in compagnia per sdrammatizzare lo stress e la tensione
  • Per alleviare l’ansia possono essere utili anche tecniche di rilassamento corporeo e di training autogeno, eseguite con la guida di un professionista, che sono utili per evitare le rimuginazioni e rallentare il pensiero in modo che diventi più accettabile.

I consigli per lei

  • Coinvolgete il vostro partner nei preparativi
  • Cercate di pensare al giorno dell’evento come ad un momento che deve essere soddisfacente soprattutto per gli sposi, quindi create una lista di priorità in base a ciò che si ritiene essere davvero importante. In questo fatevi anche guidare dal vostro uomo, che spesso possiede una dote che in questi momenti è molto importante: la capacità di saper distinguere tra ciò che è davvero fondamentale e ciò che invece può essere meno utile o addirittura superfluo.

I consigli per lui

  • Partecipare ai preparativi e all’organizzazione può essere davvero divertente! Non sminuite o sottovalutate le preoccupazioni della vostra futura moglie. Questo rischia di accendere il conflitto
  • Cercate di insegnarle un po’ del vostro pragmatismo e della vostra capacità di “andare al sodo”!