La durata e la frequenza di un percorso psicologico o psicoterapeutico possono dipendere da molti fattori, che vanno discussi insieme nei primi colloqui preliminari, durante i quali vengono tenute in considerazione tutte le variabili della persona e del contesto, anche quelle pratiche.

Anche per quanto riguarda l’aspetto economico, il costo dei colloqui o delle sedute può subire delle variazioni in base al tipo di lavoro, alla frequenza e anche alle possibilità economiche della persona.

Le spese sostenute per le sedute, purchè appositamente documentate, possono essere interamente portate in detrazione al capitolo “spese mediche e sanitarie”, fino ad un tetto massimo di €15.493,71 all’anno. Il terapeuta deve rilasciare apposita fattura attestante l’importo della sua tariffa, i suoi dati fiscali e quelli di iscrizione all’albo degli psicologi. Non si possono infatti detrarre spese di sedute svolte con persone non regolarmente iscritte all’albo.

Immagine stilizzata di due teste che producono un linguaggio comune.

 

PSICOLOGIA SOSTENIBILE

…significa che ritengo che l’onere economico che un percorso psicologico o psicoterapeutico comportano debba essere impegnativo ma sostenibile.

Ritengo che un percorso di riflessione e di conoscenza su di sé debba poter essere accessibile a tutti coloro che lo necessitano e che lo desiderano profondamente. La decisione di intraprendere un percorso psicologico o psicoterapeutico rappresenta una scelta utile ma anche impegnativa sia emotivamente, sia economicamente. Per questo motivo mi impegno ad offrire la mia professionalità, quindi un servizio qualitativamente elevato, concordando con la persona una tariffa che sia accessibile e sostenibile, e naturalmente compatibile con il tariffario dell’Ordine degli Psicologi.

psicoterapia sostenibile